Abbonati ai Feed RSS

Articoli e foto

Abbadia San Salvatore (SI)

23-30 agosto 2009

Raduno tecnico nazionale UISP di atletica leggera

Si è svolto quest’anno nella cittadina amiatina il 28 raduno tecnico nazionale UISP di atletica leggera.

Più che di un raduno si è trattato certamente di un evento.

Infatti non solo le presenze sono state superiori alle 250 persone tra tecnici,giudici,accompagnatori e i quasi 200 ragazzi, ma sono stati realizzati corsi e incontri come mai in altre edizioni sotto la accorta e come sempre appassionata regia del presidente Antonio Gasparro.

In particolare, oltre alle attività di allenamento giornaliere vissute con intensità ed allegria, la sera del 26 agosto si è tenuto un interessante incontro sulla alimentazione nello sportivo, tenuto dalla dottoressa Erica Lombardi atleta di livello internazionale e recentemente laureatasi in scienza dell’alimentazione riuscendo a dare all’incontro oltre al taglio scientifico il necessario risvolto pratico proprio di chi vive in prima persona le necessità di un allenamento mirato.

Quindi nei giorni 28,29 e 30 grazie alla puntuale e precisa competenza di Cristian Mainini, si è tenuto il corso per giudici di atletica leggera nell’apposita videoteca del centro giovani del comune amiatino.

Ma non meno interessante è stata la presentazione il giorno 28 del nuovo giornale on-line della UISP atletica dove il vicepresidente Fabio Fiaschi responsabile nazionale della comunicazione ha ben illustrato le opportunità e gli scopi di questo innovativo mezzo di comunicazione cui ogni società o tesserato UISP di ogni parte d’Italia può intervenire per arrichirlo con articoli o suggerimenti.

La vivace discussione seguente cui sono intervenuti il presidente UISP Fossati e della Lega atletica Gasparro, i vicepresidenti Carati e Fiaschi , l’assessore allo sport di Abbadia S.S. Patrizia Mantengoli e tesserati e istruttori intervenuti ha testimoniato l’interesse suscitato dalla presentazione.

Quindi il giorno 29 si è svolto il meeting di atletica leggera con le prove di velocità, lanci,salti ostacoli,staffette e mezzofondo in un clima sicuramente agonistico ma al tempo stesso giocoso.

Da sottolineare l’esperimento sicuramente riuscito di organizzare i ragazzi in 6 squadre dove ognuno doveva partecipare almeno a 4 di 6 gare proposte e così portare il proprio contributo alla squadra.

Non sono mancati i risultati agonistici di livello né il gioco di squadra ne la coreografia, visto che ogni squadra aveva maglie di colore diverso.

Toccante il ricordo dell’indimenticato Francesco Calderini Presidente onorario particolarmente legato ad Abbadia San Salvatore, con la consegna alla moglie Bruna di una targa ricordo da parte di un commosso Antonio Gasparro.

Sempre durante il meeting è stata consegnato il premio anche all’atleta ipovedente Christian Siegel per l’impresa nella 100 km e nella 24 h.

Nel pomeriggio di sabato 29 quindi si è svolta la prima edizione della 106×400 una mega staffetta della distanza complessiva di 42,195 km che ha visto partecipare bambini dai 6 agli 80 anni con un tempo complessivo di 2h 11’ che sarà l’obiettivo da battere nella edizione del raduno 2010.

Infine l’ultima sera non poteva certo mancare la festa finale per la consegna dei premi e attestati ai partecipanti con musica e ballo in discoteca.

Piena soddisfazione per l’andamento del raduno da parte dei dirigenti UISP tanto è vero che anche il presidente Fossati è stato particolarmente colpito dal clima respirato in questa settimana e dall’impegno di tutti per la riuscita dell’evento a partire dalla UISP nazionale,dai tecnici, dalla locale UISP che si è fatta carico della logistica e della parte tecnica e dalla amministrazione comunale da sempre sensibile a questo appuntamento tanto che si è proposto a che il centro amiatino diventi sempre di più un riferimento qualificato per l’atletica UISP.

Un ringraziamento particolare alla UISP Abbadia S.S. che con i suoi tesserati è riuscita a rendere possibile tutte questa attività curandone la preparazione e il regolare svolgimento sotto tutti gli aspetti

Appuntamento quindi dal 23 al 30 agosto 2010 per la 29 edizione del raduno tecnico nazionale UISP di atletica leggera.

S.C.

Staffetta con 106 atleti

Maratona all’interno dello stadio.
ABBADIA SAN SALVATORE 01.09.2009

Mantengoli, Fossati e Gasparro Grazie a loro è stato possibile realizzare la staffettona di 42 chilometri all’interno dello stadio comunale

Classico meeting di atletica leggera, che ogni anno suggella l’ importante raduno nazionale Uisp, che si tiene a Abbadia San Salvatore l’ultima settimana di agosto, e nel pomeriggio, alle e 16, lo “staffettone”, una maratona di 42 chilometri all’interno dello stadio comunale, con 106 atleti per 400 metri ciascuno, capitanata dal già presidente Antonio Gasparro, seguìto dal sindaco Lorenzo Avanzati e da Silvio Carli, Uisp Abbadia. Tanti eventi nell’evento, quest’anno. “Un anno particolare”, osserva Gasparro, ormai prossimo al trentennale di un sodalizio davvero straordinario. “Abbiamo voluto ricordare il presidente onorario Francesco Calderini, morto lo scorso anno, persona che è venuta a Abbadia per tantissimi anni, una icona, una istituzione per tutti noi”. Nel corso della mattinata, infatti, alla presenza del presidente Filippo Fossati, dei familiari dello scomparso e dell’assessore allo Sport Patrizia Mantengoli, era stata ricordata la figura di questo sportivo, alla cui memoria era stato dedicato il meeting. “Due anni fa”, prosegue Gasparro, “disse alla moglie che sarebbe venuto in autostop, se non lo avessero accompagnato! Una grande persona e tanta voglia di venire qua, di essere presente a Abbadia”. “Quest’anno siamo in 220 tra atleti e tecnici. In più i componenti di famiglie di ex-atleti, per un totale di 250 persone”. Oltre all’attività di allenamento per i ragazzi di gruppi sportivi di tutta Italia, la Uisp ha organizzato un corso per giudici di gara e corsi di formazione. E poi tanto divertimento, piscina, animazione. E ieri sera, per i saluti e l’addio, festa in discoteca (Club ‘71), con tanto di premiazioni e molta allegria. “È bene sapere che a questo raduno hanno partecipato giovani di altissimo livello tecnico”, rimarca Gasparro, anima della iniziativa, il quale ha parole di elogio anche per l’accoglienza ricevuta, come sempre straordinaria. “Da due anni abbiamo un rapporto eccezionale con la Uisp di Abbadia e con il responsabile Silvio Carli. E anche con l’amministrazione. Non è facile oggi organizzare soggiorni per l’atletica, ma qua ha una ragione turistica vera. Qua significa portare atleti da giugno a settembre. Qua si può respirare e l’atletica ha bisogno di questi luoghi. Per la sua posizione centrale, inoltre, può essere raggiunta sia dal Nord che dal Sud Italia. Noi, siamo davvero molto affezionati”. E già stanno pensando ai festeggiamenti del trentesimo anno, per il quale pensano di portare tutti i grandi, che sono passati da qua. Bastano alcuni nomi, come Fabrizio Mori (campione mondiale nei 400 metri a ostacoli) e Alessandro Lambruschini (campione europeo e medaglia di bronzo alle Olimpiadi di Atlanta nei 3000 siepi). “Sarà come fare un bilancio di quello che è stato per pensare al futuro”, conclude Gasparro e aggiunge che l’atletica è una disciplina completa e bellissima, che si fonda sulle abilità (e necessità) fondamentali dell’uomo (camminare, correre, saltare e lanciare), ma che, non facendo parte del mondo del business, non riscuote abbastanza seguito tra i giovani di oggi. Tranne i figli degli atleti o degli amanti e appassionati di atletica di ieri

M.B.